top of page

I SUONI DELL'APPENNINO

residenza artistica dal 4 al 7 luglio 2024

Registrazione sonora ed esplorazione del territorio di Fanano:


Il progetto Suoni dell’Appennino: Esplorando Fanano di molom si è aperto con un'immersione nell'anima sonora di Fanano durante il XX simposio internazionale di scultura del 2024. Attraverso un'attenta esplorazione dei luoghi scelti, come il centro storico con l’antica Torre dell’Orologio e il suggestivo borgo abbandonato di Le Caselle, sono stati registrati i riverberi e rifrazioni sonore con la tecnica Impulse Response (IR).

Nel contesto della registrazione audio degli ambienti, la tecnica IR viene spesso impiegata per catturare l'impronta sonora di un ambiente, ossia la sua risposta acustica unica. In questo caso specifico i luoghi sono stati sollecitati con la percussione di uno scalpello su pietra, rifacendosi all’attività del XX simposio internazionale di scultura nel quale il progetto è stato inserito.

Si è deciso quindi di specificare questa ripresa audio con il nome M.I.R. (metal impulse response)

Successivamente, questa risposta è stata elaborata utilizzando software specializzati per l'analisi e l'applicazione dei dati acquisiti.

Oltre ai suoni distintivi della natura, sono stati registrati anche elementi caratteristici degli ambienti esplorati come foglie, rami, sassi e frammenti di vita quotidiana, quali cigolii di porte, i passi degli abitanti, anche oggetti ed effetti personali della popolazione come antichi setacci per la farina, ganci da macello, pettini per la raccolta dei mirtilli e antichi bollitori risalenti alla prima metà del ‘900 trasformando la raccolta in un affresco sonoro e visivo della comunità contemporanea.




Performance:


Nella fase performativa presso “La Corte Mancante” di Fanano, gli oggetti forniti dai cittadini sono stati collocati su un tavolo preparato e integrati all’interno della performance. Attraverso microfoni e software di elaborazione avanzati, abbiamo trasformato questi oggetti in una ricca esperienza sonora, ambientando gli stessi nei contesti esplorati durante la fase di raccolta dei riverberi M.I.R.

Le sfumature timbriche dei suoni sono emerse progressivamente, rivelando frammenti di storia e l'identità nascosta di Fanano, creando un'atmosfera sonora che si è fusa con i paesaggi e gli oggetti del presente, risuonando virtualmente nelle stanze del borgo delle Caselle tessendo un suggestivo tappeto sonoro ambientale.

bottom of page